Is the Cthulhu Mythos Real?

X

Privacy & Cookies

Questo sito usa i cookies. Continuando, accetti il loro utilizzo. Per saperne di più, incluso come controllare i cookie.

Ho capito!

Pubblicità

Grimoire_2_by_kreativlink

Ero al secondo anno delle superiori quando un ragazzo dell’ultimo anno mi raccontò di come lui e alcuni suoi amici avevano lanciato un incantesimo di manipolazione del tempo dal Necronomicon. A quel tempo avevo letto solo due delle storie di Lovecraft (The Outsider e The Dunwich Horror) ma avevo una copia di The Book of Lists che aveva il Necronomicon nella lista dei libri che non erano reali. Quando gli feci notare che il Necronomicon era fittizio, lui replicò che non solo era reale, ma che l’incantesimo che aveva lanciato era riuscito. Ora c’è una regola collaudata nel tempo che l’anziano batte il secondo anno nelle discussioni del liceo, quindi ho ufficialmente perso quella discussione. Ma non fu l’ultima volta che sentii qualcuno dire che parte del Mito di Cthulhu era reale.

Se H.P. Se H.P. Lovecraft era l’ateo per eccellenza, un vero materialista che non credeva in nulla di non dimostrabile dalla scienza, come ha fatto una piccola percentuale del suo pubblico a credere che le creature e le divinità di cui scriveva fossero reali?

HPL

Per rispondere a questa domanda dobbiamo definire il termine “reale”. Ci sono diverse versioni di reale che potremmo usare nel contenuto di questa discussione. Una è proprio quella che normalmente intendiamo quando diciamo la parola reale, cioè che le cose di cui HPL ha scritto come Cthulhu, Yog-Sogoth e Shagoth sono cose fisiche reali che possono influenzare e interagire con il nostro mondo. Un secondo concetto è la possibilità che anche se le loro origini sono fittizie possono influenzare il nostro mondo. E la terza possibilità è: Lovecraft ha preso entità e divinità da una mitologia reale e le ha usate nei suoi scritti? Affronterò queste possibilità in ordine inverso.

Lovecraft si è ispirato a una mitologia reale e ai suoi abitanti? Pochissime persone credono che gli dei greci siano reali, ma nessuno pensa che Rick Reardon li abbia inventati per la serie Percy Jackson. La risposta di base a questa domanda è no, quasi tutto quello che HPL ha scritto era originale. Ora, lui non andava oltre il prendere nomi da fonti classiche, come Dagon, Hypnos e Nodens, ma quando Howard se ne impossessò e diede loro la sua particolare trasformazione, l’unica somiglianza che avevano con le loro controparti classiche era il nome. Ora, normalmente questo è un grande insulto per uno scrittore che dice di non avere una reale conoscenza del suo materiale di partenza, ma in questo caso è un testamento della creatività di Lovecraft e dell’abilità di adattare le cose nelle sue storie.

innsmouth

In seguito c’è un gruppo di persone chiamate maghi del caos, che credono di poter piegare la realtà alla loro volontà. Molti usano ciò che Lovecraft ha scritto come archetipi per lanciare incantesimi, pur riconoscendo le loro origini fittizie. So molto poco su di loro e devo ammettere che non sono veramente qualificato per esprimere un’opinione. Mi è stato detto che molti maghi del caos usano Lovecraft nei loro incantesimi, ma capiscono che stava scrivendo fiction. Sembra che funzioni per loro, quindi chi sono io per dire qualcosa contro il loro sistema di credenze.

Ora veniamo alla sostanza di questo post, Lovecraft stava cercando di metterci in guardia dai veri terrori ciclopici dei tentacoli? Hanno ragione i credenti del Mythos? Ora prima di rispondere a questo ho una domanda: chi sono queste persone che pensano che sia reale e da dove hanno preso le loro idee?

Un gruppo di credenti sono alcuni cristiani conservatori, che affermano che Cthulhu è un vero demone. Recentemente ho visto un film chiamato Dark Dungeons basato su un tratto anti-gioco di ruolo del fumettista cristiano Jack Chick. Anche se per certi versi è molto sovversivo (dubito che Chick avesse in mente il sottotesto lesbico nella sua storia originale) per altri versi è fedele alla sensazione del tratto originale. In DD l’eroina deve denunciare i giochi di ruolo per impedire a Cthulhu di risorgere dalla sua tomba acquosa.

Dopo la proiezione durante una Q&A ho chiesto al regista JR Ralls perché ha scelto Cthulhu per la storia. Ha spiegato che nel Chick-verse Cthulhu è reale. Aveva un ministro nello staff per evitare che il film fosse troppo anti-cristiano, e l’unica vera lamentela di Chaplin era l’aggiunta di Cthulhu. Ma poi fece guardare al ministro il sito web di Chick, dove c’era un articolo scritto da un’altra persona, ma approvato da Chick, che diceva che una delle ragioni per cui gli RPG dovrebbero essere evitati è perché “Cthulhu e il Necronomicon sono reali”. Il ministro non ha avuto altre obiezioni all’uso di Mr. C dopo questo.

frost

Mistress Frost sta per evocare il grande calamaro con D&D.

Alcune persone che credono in Cthulhu vengono anche dall’altra parte dell’isola. Anton Levey li menziona nel suo libro La Bibbia Satanica. Ma nel suo eccellente articolo “Levey Satanism and the Big Squid” J. Gordon Olmstead-Dean fa notare che questo non significa che Cthulhu fosse reale o malvagio, ma che Levey era in realtà una persona spiritualmente immatura che non aveva problemi a rubare dalle opere di narrativa per creare la sua religione.

levey

Più showman che occultista.

Una terza categoria è quella dei fanboy di HPL che vogliono che tutto sia reale. Nei primi anni ’80 ricordo di aver sentito parlare di una fanzine dedicata a persone che pensavano che Star Trek fosse reale e che loro erano Klingon che si erano semplicemente reincarnati sul pianeta sbagliato. Questo potrebbe sembrare folle e forse anche un po’ triste, che qualcuno possa pensare che un mondo nichilista come quello di CoC sia superiore al nostro, ma a volte guidando verso il lavoro penso che un mondo di zombie di Romero sarebbe superiore a quello che abbiamo adesso.

Dark young

Meglio che andare al lavoro.

Penso sia importante dire che non ci sono prove che Lovecraft stesso credesse che qualsiasi cosa abbia scritto fosse basata sulla realtà. Ho sentito dire che abbiamo più lettere sopravvissute di HPL di qualsiasi altro essere umano vissuto. Forse è un’esagerazione ma, grazie ad August Derleth e altri che hanno conservato tutti gli scritti di Lovecraft dopo la sua morte, sopravvivono copiose quantità delle sue corrispondenze. In nessuna di esse c’è alcuna indicazione che egli credesse che ciò che stava scrivendo fosse reale. Infatti ci sono più di una lettera in cui dice ad un fan che ha inventato il Necronomicon.

L’unico artefatto che la gente indica a sostegno della realtà del Mito di Cthulhu è The Simon Necronomicon. Pubblicato da diversi editori dal 1977, questo libro non è mai stato fuori stampa. Sostiene di essere la trascrizione di un uomo che si fa chiamare “L’Arabo Pazzo”, un riferimento al personaggio di HPL, Abdul Alhazred. Tradotto da un occultista che si faceva chiamare Simon, contiene allusioni lovecraftiane combinate con la mitologia babilonese e sumera. Questo è sicuramente il libro a cui si riferiva il mio amico al liceo.

Necronomicon

Il libro ha fama oscura di essere un grimorio malefico ed è stato usato come prova in diversi processi per omicidio. Un mio amico mi ha detto recentemente che Powell’s Books ha dovuto incatenare la sua copia ad un espositore perché era il libro più rubato in tutto il negozio. Ho pensato di prenderlo per completare la mia collezione di mythos, e una volta l’ho anche avuto tra le mani, ma l’ho abbandonato prima di arrivare al bancone, non perché pensassi che fosse malvagio, ma perché preferivo spendere soldi duramente guadagnati per una raccolta di racconti di Brian Lumley.

Non ho altro modo per dirlo che il Simon Necronomicon è senza dubbio una bufala.

Il libro parla di una guerra tra il bene e il male, una battaglia tra gli “dei anziani” e “i grandi vecchi”. Anche se questi erano concetti usati da Lovecraft, i suoi esseri erano creature imparziali che erano al di là del bene e del male. L’intero concetto che il Cthulhu Mythos fosse una guerra cosmica tra il bene e il male, non esisteva fino a dopo la morte di Lovecraft, quando August Derleth iniziò a codificare le opere del suo eroe.

La più grande prova del fatto che Simon Necronomicon fosse una creazione del ventesimo secolo è che, non ci sono prove di alcuna discussione su un libro chiamato Necronomicon mai stato menzionato prima dell’uso del titolo da parte di HPL. Non c’è prova di alcun uso pre-Lovecraft della parola o del libro da parte di occultisti e nemmeno di un riferimento da parte dell’inquisizione. Il documento storico che spiegava la sua origine come il tomo arabo Al-Azif alla sua traduzione inglese da parte di John Dee (astrologo della regina Elisabetta) fu creato da Lovecraft come una forma di backstory.

La backstory fu diffusa nella cerchia di scrittori di HPL così fu usata da altri scrittori pulp dell’epoca, incluso Derleth, Robert E. Howard (creatore di Conan), Robert Bloch (scrittore del romanzo Psycho), e Lin Carter. Queste storie, tutte pubblicate nelle riviste pulp degli anni ’20 e ’30, da autori diversi, fecero credere a molti lettori di fare riferimento ad un vero libro. Questo era comunque un furbo omaggio degli autori al loro amico Howard.

Così alla fine si scopre che il Mito di Cthulhu è un’opera di fantasia. Lovecraft scriveva principalmente per se stesso. Ha detto ripetutamente che scriveva il tipo di storie che voleva leggere. È ovvio che le sue visioni e i suoi gusti hanno influenzato la scrittura horror da Aliens a Steven King, ma è stato anche sostenuto in The Cult of Alien Gods: HP Lovecraft and UFO Pop Culture che ha influenzato anche il nostro mondo occulto. Ma alla fine ha scritto narrativa per nessun altro se non per se stesso.

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.