John Thompson Jr, il primo allenatore nero a vincere il campionato NCAA, muore a 78 anni

(CNN) John Thompson Jr, il primo allenatore di basket nero a vincere il campionato nazionale NCAA, è morto nella sua casa di Arlington, Virginia, domenica notte, secondo la sua famiglia. Aveva 78 anni.

Thompson soffriva di molteplici problemi di salute, ha detto una fonte familiare. La causa della morte è sconosciuta. Era circondato dalla famiglia e dagli amici quando è morto.

Thompson ha allenato alla Georgetown University per 27 anni, guidando gli Hoyas al loro unico titolo nel 1984. In seguito ha parlato di essere stato individuato come il primo head coach afroamericano a vincere il campionato nazionale.

Vedi altro

“Ero molto orgoglioso di aver vinto il campionato nazionale ed ero molto orgoglioso del fatto che ero un nero americano, ma non mi piaceva se la dichiarazione implicava che ero la prima persona nera che aveva abbastanza intelligenza per vincere il campionato nazionale”, ha detto a ESPN.

“Potrei essere stato il primo nero a cui è stata data l’opportunità di competere per questo premio, che avete discriminato migliaia di miei antenati per negare loro questa opportunità”.

Visita CNN.com/sport per altre notizie, video e caratteristiche

John Thompson è morto all'età di 78 anni. John Thompson è deceduto all’età di 78 anni.

Prendendo in mano una squadra che aveva un record di 3-23, Thompson avrebbe vinto quasi 600 partite, finendo la stagione 1998-1999 con un record di 596-239. Ha vinto il premio nazionale di allenatore dell’anno per tre volte e anche quello di allenatore dell’anno della Big East in tre occasioni.

Il leggendario allenatore ha portato gli Hoyas a tre Final Four (nel 1982, 1984 e 1985), 24 apparizioni postseason consecutive (19 NCAA, cinque tornei ad invito nazionali), e sette campionati del torneo della Big East.

“Nostro padre è stato un’ispirazione per molti e ha dedicato la sua vita a sviluppare i giovani non semplicemente sul, ma soprattutto, fuori dal campo da basket”, ha detto una dichiarazione della famiglia Thompson.

“È venerato come un pastore storico dello sport, dedicato al benessere della sua comunità sopra ogni cosa.

“Tuttavia, per noi, la sua più grande eredità rimane come padre, nonno, zio e amico. Più che un allenatore, era il nostro fondamento. Più che una leggenda, era la voce nelle nostre orecchie ogni giorno.

articolo video

“Ci mancherà, ma abbiamo la certezza di portare la sua fede e la sua determinazione in noi. Conserveremo per sempre la sua forza, il suo coraggio, la sua saggezza e la sua audacia, così come il suo immancabile amore. Sappiamo che mancherà profondamente a molti e la nostra famiglia apprezza le vostre condoglianze e preghiere.

“Ma non preoccupatevi di lui, perché come gli piaceva sempre dire, ‘Big Ace è forte'”

Settantacinque dei 77 giocatori di Thompson che sono rimasti tutti e quattro gli anni si sono laureati e 26 dei suoi giocatori sono stati scelti nell’NBA, compresi gli Hall of Famers Patrick Ewing, Dikembe Mutumbo, Alonzo Mourning e Allen Iverson.

“Mi mancherai, ma sono sicuro che stai guardando giù su di noi con un grande sorriso,” Iverson ha scritto in omaggio a Thompson sui social media.

Vedi altro

Leggi: ‘Abbiamo tutti Hoop Dreams’

Thompson giocato palla a Providence College e fu disegnato dai Boston Celtics, vincendo due titoli NBA nella sua carriera biennale.

È stato inserito nella Basketball Hall of Fame nel 1999.

Nakia McNabb ha contribuito a questo servizio

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.