Reddit – natureismetal – La lingua di un picchio si avvolge intorno al suo' cervello per proteggerlo mentre martella a 1500 unità di forza g!

Ok, così ho cercato più in dettaglio. Sembra che ci siano informazioni contrastanti su questo argomento su internet.

La fonte che ho usato nel mio commento precedente, e la pagina di wikipedia abbastanza dettagliata sui picchi non elencano questa struttura unica della lingua tra le caratteristiche che giocano parte nell’assorbimento degli urti della testa dell’uccello.

Tuttavia, altre fonti, come quella da te citata, e qui ce n’è un’altra che dice esplicitamente che la struttura della lingua aiuta nell’assorbimento degli urti.

Ora non sono un biologo o una biologa, ma ho comunque controllato i documenti accademici attuali; purtroppo la maggior parte di essi erano dietro i muri a pagamento, ma ecco cosa ho trovato:

  • May, P.R.A., Fuster, J.M., Newman, P.A. & Hirschman, A.(1976): Picchi e lesioni alla testa. Lancet 307,454-455.

Questo è dietro paywall, ma un altro articolo* (attenzione, pdf auto-download) fa riferimento:

Sono stati proposti vari meccanismi di assorbimento degli urti, che coinvolgono i muscoli attaccati all’estremità posteriore della mandibola … o quelli collegati alla lingua, che avvolge la parte posteriore della testa (May et al., 1976).

*Gibson, L. J. “Woodpecker Pecking: How Woodpeckers AvoidBrain Injury.” Journal of Zoology 270.3 (2006): 462-465. Web. 20Apr. 2012. © 2006 The Zoological Society of London

L’articolo di May et al. è effettivamente citato in una delle fonti “pro lingua” postate sopra. Quindi questo articolo afferma che la lingua fa parte dei meccanismi di assorbimento degli urti. Devo notare qui che questo articolo è del 1976.

L’articolo di riferimento cita un altro articolo più recente (1999):

  • Bock, W.J. 1999: Morfologia funzionale ed evolutiva dei picchi. In: Adams, N.J. & Slotow, R.H. (eds) Proc. 22 Int. Ornithol. Congr.

(scarica pagina)

I riferimenti (continua dall’alto):

Sono stati proposti vari meccanismi di assorbimento degli urti, che coinvolgono i muscoli attaccati all’estremità posteriore della mandibola (Bock,1964; Spring, 1965; May et al., 1976) o quelli collegati alla lingua, che avvolge la parte posteriore della testa (Mayet al., 1976). Ma tutti questi meccanismi soffrono della difficoltà che tali meccanismi di assorbimento degli urti funzionano aumentando la durata dell’impatto, diminuendo la forza e, di conseguenza, l’efficienza della perforazione (Bock, 1999a).

Citazione diretta da Bock:

Suggerimenti dei meccanismi di assorbimento degli urti per ridurre le forze che agiscono sulla scatola cranica e sul cervello dei picchi durante la perforazione possono, quindi, essere respinti.

Ovvero, secondo Bock, sono altri fattori (la struttura del cranio) a ridurre il trauma che il cervello subisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.