Segni che stai mangiando troppe proteine

Oh le diete di moda – possono essere allettanti da provare, ma a volte possono anche essere terribili. Ce ne sono così tante là fuori, ma una delle tendenze più durature è probabilmente quella della dieta ad alto contenuto proteico e basso contenuto di carboidrati. Tuttavia, sapevi che puoi esagerare? Considera alcuni segni che stai mangiando troppe proteine, e potresti renderti conto che consumare più della quantità raccomandata di proteine – specialmente per lunghi periodi di tempo – può essere dannoso per il tuo corpo in vari modi.

Cominciamo con questo: Quante proteine dovremmo effettivamente consumare?

“Il fabbisogno proteico individuale varia in base all’età e alla fase del ciclo vitale, nonché allo stato di salute”, dice a Bustle la dietista Maya Feller, MS, RD, CDN di Maya Feller Nutrition. “Tuttavia, la persona media senza una storia di salute complicata ha bisogno di circa .8g di proteine per kg di peso corporeo ogni giorno, o .36g per libbra”.

Anche se, come Feller itera, il tuo consumo di proteine basato sul bisogno individuale – si può fluttuare da quello standard basato su un sacco di fattori diversi, e forse anche alcuni semplici come preferendo cibi che sono ad alto contenuto di proteine rispetto ad altri. Ma questo è ancora un indicatore migliore dello standard giornaliero raccomandato che si vede sulle etichette nutrizionali, che tiene conto solo delle persone che mangiano una media di 2.000 calorie al giorno – un altro indicatore che varia ampiamente da persona a persona.

Detto questo, se sei preoccupato che stai mangiando troppe proteine, ci sono segni che ne stai prendendo troppe. “Costipazione, disidratazione e alito cattivo possono essere alcuni segni che stai mangiando troppe proteine”, dice Feller a Bustle. Ecco le specifiche a cui fare attenzione.

Sperimentate la stitichezza

Fotolia

“La stitichezza accade tipicamente quando il rapporto di proteine e grassi è alto mentre l’assunzione di carboidrati è bassa”, dice Feller a Bustle. Nelle diete ad alto contenuto proteico, o nelle loro versioni “fad” come paleo e keto, il corpo non solo deve adattarsi a un cambiamento importante nella sua fonte di nutrienti, ma anche a come elaborarli. Come notato da Harvard Health, questo può avere meno a che fare con la proteina stessa, ma ciò che sta sostituendo – se il tuo corpo è abituato a consumare cibi più fibrosi in carboidrati, che aiutano a passare le feci, può reagire alla mancanza di esso con costipazione.

Sei disidratato

Questo è un segno più subdolo, perché spesso non ci rendiamo conto di essere disidratati, o di esserlo completamente. Detto questo, è comunque un segnale importante a cui fare attenzione, in particolare a causa di tutti i processi nel tuo corpo che la disidratazione può influenzare.

“La disidratazione può avvenire perché il corpo sta lavando via i componenti degli aminoacidi portando ad un aumento delle perdite di acqua”, spiega Feller a Bustle. Mentre si può combattere questo facendo uno sforzo concentrato per rimanere più idratati quando si sta aumentando la quantità di proteine che si consumano, è importante tenere a mente nel caso in cui ci si trova a sperimentare gli effetti collaterali della disidratazione, come la bocca secca, stanchezza, vertigini e minzione più scura o meno frequente.

Il tuo alito puzza

Fotolia

Questo segnale di pericolo è diventato così noto nella comunità keto che si è guadagnato un nome: “alito keto”. Feller nota che “ou have increased bad breath if your body goes in ketosis,” che è esattamente ciò che accade quando “keto breath.”

La chetosi, secondo Harvard Health, è uno stato in cui il corpo inizia a bruciare il grasso per il carburante quando manca di carboidrati; questo processo crea “chetoni”, un’altra molecola per l’energia. Uno studio del 2017 sulle diete chetogeniche pubblicato nella US National Library of Medicine National Institutes of Health nota che si pensa che questo stato richieda almeno 21 giorni per essere raggiunto. Le persone possono cercare di raggiungerlo per vari motivi, legati alla salute, alla dieta o alle prestazioni sportive, ma una conseguenza dell’uso dei chetoni è che sembra avere un effetto netto sull’odore dell’alito di alcune persone – e può essere un segno per alcuni individui che la loro assunzione di proteine è troppo alta.

Sperimenta più danni a lungo termine

Stitichezza, disidratazione e alito cattivo possono essere segni a breve termine che stai mangiando troppe proteine, ma che dire dei segni a lungo termine?

“I segni a lungo termine dell’assunzione eccessiva di proteine possono essere danni ai reni nelle persone che sono predisposte ad avere problemi di compensazione dell’azoto in eccesso attraverso i reni”, spiega Feller a Bustle. “L’aumento del rischio di malattie cardiache è stato associato a un elevato consumo di proteine animali nel tempo”.

La National Kidney Foundation ribadisce questa stessa preoccupazione, spiegando che mentre le esigenze proteiche variano ampiamente tra le persone con problemi renali, “Se hai una malattia renale, potrebbe essere necessario guardare quante proteine mangi. Mangiare troppe proteine può causare l’accumulo di rifiuti nel sangue. I tuoi reni potrebbero non essere in grado di rimuovere tutti i rifiuti extra”.

Uno studio del 2010 pubblicato su Circulation ha scoperto che il fenomeno delle malattie cardiache associate all’eccesso di proteine animali è un rischio soprattutto per le donne. “In questo studio prospettico di coorte con 26 anni di follow-up, abbiamo osservato che un maggior consumo di carne rossa era associato a un aumento del rischio di ,” hanno riferito gli autori dello studio. “L’associazione positiva era indipendente dai fattori di rischio cardiovascolare dietetici e non dietetici stabiliti e dall’assunzione di frutta e verdura. Rispetto alla carne rossa, l’assunzione di latticini, pollame, pesce e soprattutto noci era associata a un rischio sostanzialmente inferiore di malattia coronarica.”

La proteina è una componente necessaria della nostra dieta, ma come discusso qui, dovremmo essere attenti a non consumarne troppa regolarmente. Se uno di questi segni ti sembra familiare, potrebbe essere il momento di tagliare – o per lo meno, essere più strategico su dove stai prendendo le tue proteine.

“La fonte delle proteine è importante. Puoi ridurre l’assunzione di proteine da carni rosse e aumentare la proporzione proveniente da fonti vegetali e frutti di mare”, dice Feller a Bustle. “Suggerirei anche di rivolgersi a un fornitore di assistenza sanitaria qualificato per un consiglio individualizzato basato sull’evidenza”.

Questo post è stato pubblicato per la prima volta il 17 marzo 2016. È stato aggiornato il 7 giugno 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.