Solvibilità vs. Liquidità: Cosa significano questi termini contabili?

La gestione finanziaria di un’azienda può essere scoraggiante, soprattutto quando l’azienda sta scalando e i proprietari devono bilanciare l’apprendimento dei concetti finanziari e la loro applicazione alle loro attività di gestione quotidiana. Solvibilità, liquidità e flusso di cassa sono aspetti importanti non solo per mitigare il rischio di fallimento, ma anche per bilanciare efficacemente il debito.

Comprendere questi concetti è importante perché sono spesso usati per misurare la salute finanziaria della vostra azienda da banchieri, investitori, azionisti e finanziatori. Se volete mantenere un business che può raccogliere o prendere in prestito denaro, migliori sono la vostra liquidità e solvibilità, più facile è raccogliere o prendere in prestito capitale.

Liquidità vs. Solvibilità: Le differenze principali

Cominciamo con le basi. Cosa significano questi due termini in poche parole?

La solvibilità è la capacità di una società di soddisfare i suoi obblighi di debito a lungo termine. Il debito a lungo termine è definito come qualsiasi finanziamento o denaro preso in prestito che sarà ripagato dopo 12 mesi.

La liquidità è la capacità di una società di soddisfare i suoi obblighi di debito a breve termine. Il debito a breve termine è definito come qualsiasi debito che sarà ripagato entro 12 mesi.

La tua guida definitiva alla contabilità delle PMI

Mettiamo i libri in ordine.

Come nota, una caratteristica importante del debito a breve termine contro quello a lungo termine è che un singolo prestito può essere considerato entrambi. Per esempio, se avete un prestito che state pagando in un periodo di due anni, il primo anno di pagamenti dovuti è considerato debito a breve termine, mentre il secondo anno di pagamenti è considerato debito a lungo termine.

Tutto ha a che fare con i tempi di rimborso, non con il tipo di debito. Molte aziende lo riportano nei loro bilanci, e appariranno nello stato patrimoniale in questo modo.

In sintesi, la capacità dell’azienda di pagare i suoi debiti a breve e a lungo termine è il concetto che sta dietro alla liquidità e alla solvibilità. Quindi, come possono gli imprenditori usare questi concetti per prendere decisioni sulle loro imprese?

La liquidità e la solvibilità possono aiutare gli imprenditori a rispondere alle seguenti domande:

  • Ho abbastanza entrate generate nei prossimi mesi per pagare i miei debiti se ne avessi bisogno?
  • Quanto profitto o flusso di cassa dovrei mettere da parte per pagare questi debiti?
  • Quanto debito potrei assumere e avere ancora la capacità di pagarlo?

La frase “spendere soldi per fare soldi” può essere troppo usata, ma suona vera per molti imprenditori. A meno che non siate in grado di finanziare la crescita aziendale solo attraverso i profitti, la vostra azienda avrà probabilmente bisogno di rivolgersi ad altre opzioni di finanziamento lungo la strada, come carte di credito o prestiti bancari tradizionali.

Ogni volta che qualcuno vi presta del denaro, vorrà essere rassicurato che i suoi soldi saranno alla fine rimborsati per intero (e poi altri). Misurare la solvibilità e la liquidità permette loro di valutare

Misurare la liquidità &Solvibilità

Quando le parti esterne stanno valutando se prestarvi o meno del denaro, cosa guardano nello specifico? In altre parole, quali sono le metriche che usano per valutare il valore del vostro denaro?

Ci sono diverse metriche e rapporti finanziari che le banche e i prestatori possono usare per valutare la vostra liquidità e solvibilità usando i vostri bilanci come punto di partenza. Il vostro bilancio, in particolare, giocherà un ruolo importante.

Come proprietario di un’azienda, vorrete tenere d’occhio queste metriche regolarmente in modo da poter monitorare i cambiamenti nel tempo e – come discuteremo più avanti – apportare modifiche intenzionalmente.

Scheda patrimoniale contro conto economico

Quando si calcolano sia la liquidità che la solvibilità, lo stato patrimoniale sarà il luogo principale in cui andrete a prendere informazioni importanti. Tuttavia, quando si tratta di misurare la solvibilità, avrete anche bisogno di accedere al vostro conto economico.

Il bilancio è un’istantanea della vostra azienda – ciò che possiede e ciò che deve ad altre persone – in un particolare momento nel tempo. Il conto economico, d’altra parte, mostra quanti soldi hai portato e speso in un periodo di tempo. Mentre pensate alle differenze chiave tra liquidità e solvibilità, conoscere le differenze fondamentali tra questi due rapporti vi aiuterà a navigare in queste metriche.

Come misurare la liquidità

A differenza della solvibilità, la liquidità è un concetto a breve termine. Riguarda la capacità di un’azienda di soddisfare i suoi obblighi a breve termine, o quei debiti che dovranno essere pagati entro i prossimi dodici mesi.

Liquidare i propri beni significa semplicemente venderli e convertirli in contanti, che possono poi essere usati per pagare i debiti. Quindi la liquidità è semplicemente una misura di quanto facilmente si può fare questo per i debiti che diventeranno esigibili entro il prossimo anno.

Ci sono alcuni indici di liquidità che possono essere utili per valutare quanto sia liquida la vostra azienda.

Rapporto corrente

Primo, il rapporto corrente mostra se le vostre attività correnti superano o meno le vostre passività correnti. In altre parole, hai abbastanza contanti o altre attività liquide per pagare tutti i debiti correnti?

Per scoprirlo, basta dividere le attività correnti per le passività correnti, che si trovano entrambe sul vostro bilancio.

Rapporto corrente = Attività correnti / Passività correnti

Un rapporto corrente inferiore a 1 significa che non avete abbastanza per pagare ciò che dovete, proprio ora. Idealmente, un’azienda dovrebbe avere un rapporto tra 1,5 e 3. È importante capire che questa metrica cambia rapidamente perché include il debito a breve termine, il che significa che una nuova fattura o una nuova vendita può causare un’oscillazione in una direzione o nell’altra.

Per renderlo facile, abbiamo creato un calcolatore gratuito del rapporto corrente.

Rapporto rapido (Acid-Test Ratio)

Il rapporto rapido, chiamato anche rapporto “acid-test”, assomiglia molto al rapporto corrente. La differenza principale? Il quick ratio esclude l’inventario dall’equazione.

L’inventario è tecnicamente considerato un’attività corrente. Tuttavia, a differenza dei vostri crediti, non è chiaro quando la vostra azienda può aspettarsi che l’inventario sia venduto e convertito in contanti. Si potrebbe vendere tutto quell’inventario in pochi mesi, o potrebbe rimanere sugli scaffali del magazzino per alcuni anni. Mentre le iniziative di marketing potrebbero avere un impatto su quando sarà venduto, non ci sono garanzie.

Così il quick ratio lo ignora e mostra come un business potrebbe coprire le passività a breve termine con tutte le attività correnti tranne l’inventario. Ecco la formula per il quick ratio.

Rapporto rapido = (Attività correnti – Inventario) / Passività correnti

Se l’inventario costituisce la maggior parte delle vostre attività correnti, il rapporto rapido può essere una metrica finanziaria più utile da tenere sotto controllo.

Ricevi il tuo controllo gratuito della salute di QuickBooks

Anche i tuoi libri hanno bisogno di una seconda opinione.

Come misurare la solvibilità

Come promemoria, la solvibilità è una misura della capacità della tua azienda di soddisfare i suoi obblighi a lungo termine. I rapporti che misurano la solvibilità, quindi, vi aiutano a capire la vostra performance complessiva meglio di quanto facciano i rapporti di liquidità, perché la liquidità può cambiare più rapidamente.

La frase “rimanere solvibili” significa semplicemente che siete in grado di pagare tutti i debiti. Come la liquidità, ci sono diversi rapporti finanziari che possono aiutarvi ad analizzare la solvibilità complessiva della vostra azienda.

Rapporto di solvibilità

Una delle formule più comuni usate per calcolare la capacità di un’azienda di pagare i debiti a lungo e a breve termine si chiama rapporto di solvibilità, che può essere calcolato usando la seguente formula.

Rapporto di solvibilità = (Reddito netto + ammortamento) / (Passività a breve termine + a lungo termine)

Il rapporto di solvibilità guarda al reddito al netto delle tasse e aggiunge voci non monetarie come il deprezzamento e l’ammortamento prima di dividere per le passività. La ragione per cui il deprezzamento e l’ammortamento non sono presi in considerazione è di dare all’azienda una visione più accurata del suo flusso di cassa e di come sarà in grado di pagare le passività (senza prendere in considerazione gli elementi più concettuali della contabilità).

Il reddito netto e la svalutazione possono essere trovati sul vostro conto economico, mentre le passività a breve e lungo termine si trovano sullo stato patrimoniale. Per una ripartizione completa del vostro bilancio, date un’occhiata ai nostri cheat sheet sui bilanci qui.

Il rapporto di solvibilità è una buona misura della capacità di una società di soddisfare i suoi obblighi di debito complessivi, o passività, ed è un rapporto abbastanza comune usato da finanziatori e investitori. La difficoltà nell’applicare questo rapporto è che bisogna capire cosa è “normale” per il vostro settore. I rapporti di solvibilità accettati dal settore possono variare un po’, quindi fate qualche ricerca e parlate con altri nel vostro settore per avere un’idea di ciò che è accettabile per il vostro business.

Rapporto di indebitamento

Mentre il rapporto di solvibilità è il mezzo principale per valutare la solvibilità complessiva, ci sono altri rapporti finanziari che possono aiutare a completare il quadro della salute a lungo termine di una società. Una di queste metriche è il rapporto di indebitamento, che confronta le attività totali con il debito totale.

Rapporto di indebitamento = Debito totale / Attività totali

Le aziende con un alto rapporto di indebitamento, di solito maggiore di 1, sono considerate altamente “leveraged”, o con un rischio maggiore di non riuscire a pagare i loro obblighi finanziari. Al contrario, un basso rapporto di indebitamento implica che una porzione maggiore delle attività di un’azienda è finanziata dal capitale, piuttosto che dal debito.

Come il rapporto di solvibilità, ciò che è considerato un rapporto di debito accettabile può variare ampiamente, quindi è importante capire le aspettative del vostro settore.

Debt-to-Asset Ratio

Il debt-to-asset ratio è simile al debt ratio, ma guarda le passività totali, invece del debito totale. Debito e passività sono spesso confusi, ma i termini non significano esattamente la stessa cosa. Il debito si riferisce specificamente al denaro preso in prestito, mentre le passività possono includere altri tipi di obblighi finanziari.

Un modo semplice per tenerlo dritto? Tutti i debiti sono passività; non tutte le passività sono debiti.

Con questo in mente, ecco la formula per il rapporto debito/patrimonio.

Debt-to-Asset Ratio = Passività totali / Attività totali

Le stesse regole generali si applicano all’analisi del rapporto debito/attività. Qualunque cosa maggiore di uno può segnalare che la vostra azienda è troppo levereggiata, ma è importante tenere a mente le aspettative dell’industria.

La tua guida definitiva alla contabilità delle PMI

Mettiamo i libri in ordine.

Come la liquidità e la solvibilità interagiscono con il flusso di cassa

Hai misurato la liquidità e la solvibilità della tua azienda, e non ti piace quello che vedi. Quindi cosa c’è dopo?

Regolare ciò che fate con il flusso di cassa, pagando i debiti o aggiungendoli, può controllare come la liquidità e la solvibilità appaiono e sono percepite da banchieri, investitori, azionisti e finanziatori.

Se gli indici di solvibilità della vostra azienda sono troppo alti, potreste considerare di concentrare i vostri sforzi nei prossimi mesi sul pagamento dei vostri debiti. Il flusso di cassa extra da un forte mese di vendite potrebbe essere messo verso il debito invece di investire quei soldi in qualcosa di nuovo.

Similmente, se avete indici di solvibilità estremamente bassi, ora potrebbe essere il momento di esplorare il finanziamento della crescita a cui state pensando. Mentre i rapporti bassi sono spesso desiderati, numeri costantemente bassi possono segnalare alle parti interessate che non siete disposti a investire in nuove iniziative.

Come tutte le metriche che misurate per analizzare il vostro piccolo business, nessuna metrica dovrebbe essere il tutto e per tutto del processo decisionale finanziario. È importante controllare diverse metriche a cadenza regolare. Detto questo, se gli investitori o i prestiti sono nel futuro della vostra azienda, è una buona pratica iniziare a guardare le metriche di liquidità e solvibilità con un occhio più attento.

Scopri come ScaleFactor può aiutarti a utilizzare le tue finanze aziendali per far crescere il tuo business. Permetteteci di darvi una demo personalizzata oggi stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.